Auteur : Marialuisa Stoppioni

Museo della Regina di Cattolica
Piazza Roosevelt n.7
I-47841 Cattolica (Italia)
ml.stoppioni@libero.it
0000-0001-9940-2920

nuage de mots Stoppioni

Laureata in Lettere Moderne e, successivamente, in Storia Antica presso l'Università degli Studi di Bologna, dove si è poi specializzata in Archeologia, dal 1982 al 1994, Maria Luisa Stoppioni stata Assistente di scavo presso la Soprintendenza per i Beni archeologici dell'Emilia-Romagna, per cui ha condotto numerosi scavi (fornaci ceramiche a Forlimpopoli, domus di Via Finamore a Sarsina, domus dei tappeti di pietra a Ravenna, porto-canale bizantino di Classe, domus dell'Ex Ospedale, domus del chirurgo a Rimini).

Dal 1995 al 2018 è stata responsabile del Museo della Regina di Cattolica; sotto la sua direzione, sono state condotte alcune campagne di scavo da cui è scaturita la mostra Vetus Litus.

Dal 1995 al 2018 è stata responsabile del Museo della Regina di Cattolica; sotto la sua direzione, sono state condotte alcune campagne di scavo da cui è scaturita la mostra Vetus Litus.



Bibliografia 

Le anfore, in G.BERMOND MONTANARI (a cura di), Ravenna e il porto di Classe, Imola 1983, 130-146.

La fondazione di Ariminum e l'età repubblicana – Storia Illustrata di Rimini, 2, Milano 1989.

Rimini imperiale – Storia Illustrata di Rimini, 3, Milano, 1989.

Con la terra e con il fuoco. Fornaci romane del riminese, Rimini, 1993.

Luoghi di tappa in Romagna, in Dove si cambia cavallo. Luoghi di sosta lungo la Flaminia e le vie dei Romani, Villa Verucchio, 1995, 132-142.

Il pozzo romano di Cattolica, Cattolica 1998, 21-24.

Ceramiche medio-adriatiche. Sarsina (Forlì), in Aemilia. La cultura romana in Emilia Romagna dal III sec. a.C. all'età costantiniana, Venezia, 2000, 563-567.

Il ripostiglio di Pieve Quinta,  in “Bollettino di Numismatica” 48-49, Roma 2007, 7- 192.

La sigillata tarda di Sarsina , in A.DONATI (a cura di), Storia di Sarsina I, L'età antica, Cesena 2008, 713-762.

Il mosaico con “Trionfo di Dioniso”, ibid., 677-692.

M.L.STOPPIONI, P.G.PASINI, Musas. Museo Storico Archeologico di Santarcangelo, Verucchio 2008.

L.MALNATI, M.L.STOPPIONI, Vetus Litus. Archeologia della foce. Una discarica di materiali ceramici del III secolo a.C. Alla Darsena di Cattolica lungo il Tavollo, Firenze 2008.

Cattolica (Rimini): discarica di anfore greco-italiche,  in S.PESAVENTO MATTIOLI, M.B.CARRE (a cura di), Olio e pesce in epoca romana. Produzione e commercio nelle regioni dell'alto Adriatico, Roma 2009, 301-307.

Pozzi romani in Romagna: un aggiornamento sulla base dei dati recenti, in S.CIPRIANO, E.PETTENO' (a cura di), Archeologia e tecnica dei pozzi per acqua dalla pre-protostoria all'età moderna, Trieste 2011, 141- 159.

Fornaci romane in Romagna: i ritrovamenti più recenti, in Officine per la produzione di ceramica e vetro in epoca romana. Produzione e commercio nella regione adriatica, Crikvenica 2011, 103-113.

Anfore a Rimini in età romano-repubblicana: dalle greco-italiche alle Lamboglia 2, in “Ocnus” 19, 2011, 209- 221.

Le anfore di Rimini in età repubblicana, in Immensa Aequora Workshop, Roma 2013, 265-274.

Romagna sud-orientale e appenninica : imtazioni fittili di ceramiche da mensa e di stoviglie metalliche da portata nella tarda antichità, in Le forme della crisi. Produzioni ceramiche e commerci nell’Italia centrale tra Romani e Longobardi (III-VIII sec. d.C.), Bologna 2015, 63-74.

Ai fini di un lavoro complessivo, ancora in corso, sulle anfore riminesi, sono stati presi in esame ventisei scavi urbani; lo spoglio ha interessato alcune delle maggiori domus, mentre sono state escluse le necropoli. Le anfore sono presenti in tutti i siti con percentuali abbastanza alte, indipendentemente dalla collocazione urbanistica e dalla cronologia.
Retour haut de page
Aller au contenu principal